Carissimi amici della Gang del Pensiero,

Speriamo che siate tutti sereni e in salute. Noi stiamo bene: poterlo dire a alta voce è un piccolo fuoco di gioia tutte le volte.

La libreria continua a essere aperta e in sicurezza per tutte le vostre esigenze di lettura, ma ricordate sempre che, se per qualunque motivo preferite non uscire, noi vi portiamo a casa i libri che volete – e prima ancora ve li possiamo consigliare via mail o via Whatsapp – che è ancora meglio perché vi mandiamo le foto con i commenti! Se ancora non lo sapete, il numero è 3516506321.

Trovate i nostri libri preferiti anche sul nostro sito e su Bookdealer abbiamo creato dei percorsi di lettura a cui attingere. Insomma: non vi molliamo mai, siete contenti?

Come potrete immaginare, tutti gli eventi in presenza sono sospesi.

Ogni giovedì – compatibilmente con qualche ritardo – postiamo sulla nostra pagina Facebook una Storia per i Piccini. A poco a poco cerchiamo di metterle tutte sulla nostra pagina YouTube, in modo da venire incontro anche alle esigenze dei meno social. Un passetto alla volta. voi ci aspettate, vero?

L’altra cosa importante è che riparte #ioleggoperché – il progetto che porta libri in dono alle biblioteche scolastiche.

Come funziona?
Dal 21 al 29 novembre scegliete una scuola che aderisce all’iniziativa, acquistate da noi i libri da donare, e noi provvediamo a farli avere alla scuola a progetto concluso. Potete regalare i vostri libri del cuore, farvi consigliare da noi, attingere a un elenco che alcuni docenti forniscono.

Come per gli altri acquisti, potete farlo da casa: ci dite i libri a cui avete pensato, fate un pagamento via bonifico, PayPal o Satispay e noi pensiamo a tutto il resto.

Meglio di così c’è solo un massaggio ai piedi, una tavoletta di cioccolato e il primo giorno di mare.

Anche per stavolta è tutto, amici della Gang.

Se ogni tanto vi sentite sopraffatti, vi sembra di perdere il controllo sulle cose, fate un bel respiro. Chiudete i social. Staccate la televisione. Sospendete la raccolta di notizie.

Aprite un libro, entrate in una storia, riconnettetevi con un altro pezzo del mondo: che è ancora lì, è sempre stato lì, resterà, quando tutto questo sarà passato.

Fate un giro, incontrate vecchi o nuovi amici, ascoltate i dialoghi, solcate i mari, conquistate le vette.
Vedrete che il ritorno sarà più dolce.

Noi vi abbracciamo tantissimo, come polipi invisibili.

“Le cose che non ti servono per vivere – i libri, l’arte, il cinema, il vino e via dicendo – sono quelle che ti servono per vivere”

Matt Haig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *