Se fai un lavoro quanto vale questo tuo lavoro?

Un lavoro è una cosa che serve che ha un’utilità per gli altri,
se una cosa serve si può vendere,
più serve più si vende.

Più si vende più ha valore più il suo prezzo sale.

Se fai un lavoro di qualità allora il suo prezzo è alto e tu diventi ricco.

Se non sei ricco è perché il tuo lavoro non serve, non è richiesto e quindi non si può vendere.
Abbiamo qualche argomentazione che contraddica questa regola?

Ci sono lavori utili che non vendono?
Cosa significa utile?

Se uno per tutta la vita si impegna fortemente in qualcosa di utile solo per lui, ad esempio: capire come funziona un formicaio, cosa fanno tutte le formiche nel formicaio, a cosa pensano o cosa vogliono,
perché qualcuno dovrebbe pagare il suo lavoro?

Che lavoro è un lavoro che serve solo a chi lo fa?

Io, per esempio, potrei mettermi a dire che il mio lavoro è contare le dita.

Cosa fai nella vita? Conto le dita!

Che bel lavoretto!

È un lavoro onesto! Mica conto solo le mie, se uno vuole viene da me – gli conto anche le sue!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *